Ri-considerazioni sugli oculari

Stasera, nonostante un accecante quarto di Luna ed una trasparenza così così ho provato lo stesso ad osservare la Holmes. inutile dire che la visione, sia pur emozionante, non aveva nulla a che vedere con quella avuta il 10 Novembre.

La luce della luna rendeva veramente eterea la cometa. Molto grande, ma eterea. Con l’Hyperion Zoom Mirfak dava abbastanza fastidio; cercavo di tenerla fuori dal campo dell’oculare a 56x ma senza grossi risultati.
Zoomando leggermente (tra 24 e 20mm di focale) riuscivo a tenerla a lato, ma la nebulosità della Holmes diventava ancora più diafana.
Col 32mm, la visione migliore, il campo era abbastanza ampio, gli ingrandimenti bassi (39x) e Mirfak non dava più tanto fastidio.

Dopo aver osservato per circa 10 minuti senza apprezzare dettagli particolari, mi sono rivolto alla Luna. Anche perché dovevo provare il nuovo acquisto, il TMB 5mm usato (ciao Alex).
Con l’Hyperion Zoom il massimo sono 156x. Pochi per l’alta risoluzione. Utilizzare una barlow, seppur ottima coma la Orion Shortly, con l’HypZoom è cosa fattibile, ma solo in serate particolari e, comunque, ritengo che 11 lenti (11!) siano un po’ troppe per l’alta risoluzione.
Il TMB mi da 250x, che dovrebbero essere raggiungibili spesso, almeno col dobson da 250mm.

Innanzitutto devo anteporre un filtro polarizzante altrimenti rischio di accecarmi. Uso quello acquistato da Telescope Service. Si tratta in effetti di due filtri che si avvitano assieme e poi all’oculare. Ruotando poi quello libero si ottiene una polarizzazione variabile di colore neutro che scurisce l’immagine dal 15% all’80%. L’idea è buona ma l’utilizzo a volte è un po’ frustrante.
Dopo aver trovato la giusta gradazione inizio ad osservare. L’immagine è abbastanza tremolante, anche se il fuoco si riesce a raggiungere con sufficiente facilità, grazie anche al demoltiplicatore.

L’immagine è ben contrastata e devo dire che è un piacere scorrere piano piano l’intero terminatore. La turbolenza dell’aria si fa sentire a tratti, ma non è mai eccessiva e per 20 minuti mi immergo letteralmente nei crateri del nostro satellite.
La sensazione è di una immagine di buona qualità, con qualche problema se non si tiene l’occhio perfettamente in asse (presenza di qualche bagliore e scomparsa momentanea di porzioni dell’immagine) ma dopo un po ci si abitua.
Un effetto del genere, ma moltiplicato per 10, lo avevo con l’oculare Skywatcher Let 5mm (sempre acquistato usato – e sempre da Alex – Ps. aspetto che rivendi il radian !). In quel caso era però davvero frustrante trovare la posizione giusta.
Infatti al Let gli ho definitivamente smontato la minuscola barlow ed è diventato un più che onesto oculare da 15mm circa.
Il campo apparente è abbastanza ampio, non come quello dell’HypZoom, ma diciamo riposante.

A questo punto, però…

Da precedenti discussioni avute sul forum un’idea si è fatta ormai strada nella mia mente. Ossia che non ci sia nulla di meglio di oculari “semplici”, magari accoppiati ad una buona barlow !

E quindi riprovo il mio Sirius Plossl da 10mm + barlow apo 2x. Prima provo senza filtro; l’immagine è abbagliante ma non fastidiosa come con il TMB. Poi aggiungo il filtro. Non potendolo agganciare alla barlow, lo avvito all’oculare che poi inserisco nella barlow, funzionerà ?

Resto a bocca aperta ! L’immagine è nitida, davvero nitida. E la turbolenza sembra dare meno fastidio. Certo il campo è piccolo (e forse ai bordi mi sembra meno perfetto) ma l80% dell’immagine mi sembra migliore di quella osservata col TMB.
Faccio varie prove intercalando i due oculari.
Sarà che ormai mi sono fissato – può capitare – ma davvero come qualità dell’immagine preferisco quella del plossl + barlow ! Non c’è una differenza abissale, sia chiaro, ma davvero trovo l’immagine del TMB leggermente meno nitida.
Non la comodità, naturalmente. Su questo non si discute, soprattutto con un dobson. Il TMB ti lascia più tempo per osservare i dettagli prima di dover muovere il tele. Con il plossl dopo un po’ ti abitui, ma all’inizio l’immagine sembra scapparti via.

Non contento… e se provassi il Sirius Plossl da 20mm sulla Holmes ?

Allora… e vero che era ormai trascorsa un’ora, forse la pupilla si era dilatata – ma è anche vero che ero nel pieno di una paese, con vari lampioni nelle vicinanze – però…

La Holmes era molto più luminosa con il Plossl !

E chiaro che ho subito riprovato con l’HypZoom e ho confrontato più volte. Indiscutibilmente più luminosa con il plossl. E in questo caso non era molto differente nemmeno il campo visivo (il FOV dell’HypZoom è intorno a 52° sui 20mm).

Non saprei cosa dire, ne voglio trarre chissà quali conclusioni. Certo che c’è da meditare…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...